Consigli

Ipossiemia "silenziosa" da nuovo Coronavirus

Soprannominata "felice ipossia", l'ipossiemia silenziosa di COVID-19 ha causato costernazione anche tra i medici esperti. Rich Levitan, in un editoriale del New York Times, ha spiegato che i pazienti in questione presentavano una severa ipossia, "apparentemente incompatibile con la vita - ma in quel momento stavano usando il cellulare..." Gli autori offrono alcune possibili spiegazioni per questo fenomeno.

>   LEGGI
Consigli

Cercare un DAE per salvare una vita: molto più complicato di quanto si pensi

Nonostante il loro posizionamento diffuso, i DAE di accesso pubblico sono utilizzati solo prima dell'arrivo dello SME nel 2% -5% degli arresti cardiaci.4 I motivi di ciò non sono del tutto chiari, ma i 3 fattori principali probabilmente sono: scarsa disponibilità, scarsa accessibilità e un mancanza di conoscenza e fiducia degli astanti.

>   LEGGI
Consigli

Non Voglio Che Tutto Riprenda Come Prima

Voglio che ogni lavoro sia celebrato, rispettato e tutelato. Dal Medico all'Infermiere, dal Giornalista all’Insegnante, dall’Operaio all’Impiegato, dall’Inserviente al Muratore. Non esiste un lavoro più degno di un altro: come stiamo sperimentando ora anche la cassiera di un supermercato è un’eroina perchè sta svolgendo in questo momento un compito fondamentale.

>   LEGGI
Consigli

"Essere Volontario è anche questo: avere la libertà di scegliere e scegliere di continuare, sempre e comunque."

Nessuno ci ha chiesto niente, come al solito. Siamo noi che abbiamo deciso, anche in questo momento difficile, di continuare a fare quello che facciamo tutti i giorni. Ci viene spesso domandato, in tempo di "pace" , il perché facciamo quello che facciamo, perché lo facciamo da volontari (quindi senza essere retribuiti) e cosa ci spinge a farlo...beh, adesso che siamo in "guerra" posso dire che queste domande sono triplicate ed in più si è aggiunto chi chiede: "Perché rischiare la vita?

>   LEGGI
Consigli

FAD COVID-19: Indicazioni all’utilizzo dei presidi per l’ossigenazione dei pazienti con polmonite da Covid-19

La recente pandemia del virus SARS-COV2, responsabile della sindrome nota come COVID-19, ha comportato enormi problemi nella gestione clinica di un elevato numero di pazienti con molteplici esigenze cliniche, molti dei quali in condizioni critiche. Trattandosi di una patologia altamente contagiosa, la gestione corretta dei DPI è quanto mai essenziale, perché un singolo errore può vanificare la protezione, contaminare l'operatore, l'ambiente o gli altri sanitari con cui entra in contatto successivamente. Questo corso vuole fornire indicazioni rapidamente usufruibili per aiutare gli operatori nella gestione di questi dispositivi.

>   LEGGI
Consigli

SERVIZIO TELEFONICO GRATUITO DI ASCOLTO E CONSULTO PSICOLOGICO INFORMAZ

In emergenza e sotto stress l’aumento di reazioni emotive quali ansia, paura e rabbia è una risposta normale ad eventi straordinari: è importante riconoscerlo ed accettarlo. Per abbassare lo stress nei momenti in cui si sperimentano confusione, insicurezza e ansia di fronte ad una situazione possiamo mettere in atto diverse strategie, ma a volte si rende necessario un piccolo supporto esterno. In questo momento di grave Emergenza Sanitaria Nazionale, Informaz è felice di proporre il suo SERVIZIO TELEFONICO GRATUITO DI ASCOLTO E CONSULTO PROFESSIONALE PSICOLOGICO

>   LEGGI
Consigli

CORSO FAD GRATUITO "Insufficienza respiratoria acuta: gestione e trattamento 2020"

In questo momento di emergenza vogliamo contribuire alla formazione dei professionisti - in particolare di tutti quelli che non gestiscono abitualmente persone con insufficienza respiratoria - mettendo a disposizione gratuitamente il corso FAD "Insufficienza respiratoria acuta" Utilizzando il codice coupon: covid19 si potrà azzerare il costo del corso

>   LEGGI
Aziende

Le centrali 118 in Italia

La Centrale Operativa 118 , attiva 24 ore su 24, ha l’obiettivo di organizzare e gestire le attività di emergenza – urgenza sanitaria territoriale, assicurando il coordinamento di tutti gli interventi dal momento dell’evento sino all’attivazione della risposta ospedaliera, garantendo il trasporto del paziente all’ospedale più vicino e più idoneo alla gestione della patologia. Struttura delle centrali operative nel territorio nazionale.

>   LEGGI
Consigli

FREQUENZA DELLE COMPRESSIONI TORACICHE - dalle linee guida AHA Guidelines - Highlights-Italian 2010 alle 2015

Durante la RCP, i soccorritori devono eseguire compressioni efficaci a una profondità e frequenza appropriate (100-120/min) riducendo al minimo il numero e la durata delle interruzioni nelle compressioni toraciche. Inoltre, per una RCP di alta qualità, è necessario consentire la riespansione toracica completa dopo ongi compressione e occorre evitare una ventilazione eccessiva. 

>   LEGGI
Consigli

IMPORTANZA DELLE COMPRESSIONI TORACICHE - dalle linee guida AHA Guidelines - Highlights-Italian 2010 alle 2015

Quando ci troviamo ad assistere una vittima colpita da arresto cardiaco improvviso è necessario praticare subito una RCP con le sole compressioni toraciche anche guidata al telefono in modo efficace dal 118. Tuttavia, per i soccorritori non professionisti addestrati e che sono in grado di eseguirla, si consiglia sempre di provvedere alla rianimazione con compressioni e ventilazioni.

>   LEGGI

La nostra formazione sempre con te

Riceverai le nostre offerte esclusive, le ultime notizie e gli aggiornamenti sui nostri corsi.

Sei un'azienda?

Ottieni l'accesso per te ed il tuo team ai nostri corsi migliori.