Conosci il "Tummy Time"?

Aziende, Consigli

Le campagne di prevenzione sul sonno sicuro ci ricordano quanto sia importante mettere SEMPRE i neonati a dormire a pancia in su, una raccomandazione così importante per ridurre il rischio della morte in culla, che talvolta le mamme finiscono per applicarla anche quando il bimbo è sveglio.

E’ questo uno dei motivi per cui nei neonati spesso si rilevano casi di plagiocefalia, la cosiddetta “testa piatta”: il cranio del bambino è formato da ossa facilmente modellabili, non ancora fuse tra loro, ed un prolungato appoggio della testa del lattante nella stessa posizione, può appunto modellare la testa del bimbo rendendola asimmetrica.

Per scongiurare questa eventualità è fondamentale promuovere tra le neo-mamme anche il TUMMY TIME, letteralmente il “tempo di pancia”.

Si tratta di semplici esercizi, da fare insieme al bambino durante le ore di veglia, posizionandolo a pancia in giù. Il Tummy Time dev’essere anche un momento di gioco ed intesa fra mamma e bambino e gli esercizi devono quindi essere compiuti solo finché il bimbo dimostra di gradire questo gioco.

Attenzione, non fatevi ingannare dal termine “esercizi”: non serve davvero nulla per mettere in pratica il Tummy Time, se non una superficie pulita e confortevole come ad esempio una coperta o il lettone. Le palestrine-gioco invece sono spesso utilizzate per stimolare vista/udito ma con il bambino posizionato a pancia in su (i giochini infatti sono appesi).

Potrebbe non essere semplice, soprattutto le prime volte il piccolo potrebbe non gradire quello che effettivamente gli costerà un piccolo sforzo: tenere la testa sollevata per un neonato di pochi giorni/settimane è un gran lavoro, sarà utile quindi appagare questa fatica, facendo in modo che… ne sia valsa la pena!

Ecco qualche idea di esercizi per il “tummy time”, quindi con bimbo SVEGLIO posizionato a pancia in giù:

  • Collocate un giochino che stimoli la sua curiosità appena fuori dalla sua portata. Il bimbo tenterà di guardarlo sollevando la testa e di raggiungerlo.
  • Mettetevi nel lettone col lui, chiamatelo e cercate il suo contatto visivo, sarà una piacevole scoperta anche per la mamma osservare come il neonato segua la sua voce (che conosce già benissimo) e cerchi il suo sguardo.
  • Mettete davanti al bambino uno specchio, non vi si riconoscerà, ma sarà incuriosito dalle immagini di quel piccolo bimbo curioso in movimento.

Insomma, non si tratta che di giocare con il proprio bambino, stimolandolo a fare una “ginnastica buona” che, oltre ad allontanare il rischio della plagiocefalia, lo aiuterà a sviluppare e tonificare la muscolatura di testa, collo, nuca e spalle.

Un consiglio in più? Il Tummy Time è un ottimo esercizio anche per il papà: ritagliare un momento col il proprio bimbo aiuterà a rafforzare il rapporto con il nuovo arrivato!

Potrebbero interessarti anche ...

La nostra formazione sempre con te

Riceverai le nostre offerte esclusive, le ultime notizie e gli aggiornamenti sui nostri corsi.

Sei un'azienda?

Ottieni l'accesso per te ed il tuo team ai nostri corsi migliori.