Operatori PHTC

Cosa Imparerò?

  • La valutazione della scena
  • La gestione delle vie aeree
  • La valutazione e il trattamento dello shock
  • Il trauma cranico
  • Il trauma degli arti e del bacino
  • Il trauma nelle condizioni speciali
  • La valutazione del paziente
  • Il trauma toracico
  • Il trauma addominale
  • Il trauma spinale
  • Le ferite e le ustioni

Requisiti

  • Per essere ammessi al programma PreHospital Trauma Care è richiesta la certificazione di Operatore BLSD-PBLSD in corso di validità.

Descrizione

L’obiettivo del corso e dell’aggiornamento annuale della certificazione PreHospital Trauma Care Salvamento Academy è quello migliorare le capacità di intervento pratico, in particolare nei traumi gravi che rappresentano la principale causa di morte al di sotto dei 45 anni di età, con un discreto numero di invalidi permanenti e un elevato numero di lesioni di media entità secondarie ad eventi traumatici, da far si che anche il soccorso al trauma sia un’abilità indispensabile per i soccorritori che a vario livello (sia occasionali sia specializzati) vengono a contatto con questa tipologia di paziente.


La durata del corso completo è di 8 ore, di cui 4 di teoria e 4 di pratica.

Teoria dalle ore 8.30 alle 12.30
Pratica dalle ore 13.30 alle 17.30

 

La durata del corso FAD è di 35 ore.

SVILUPPO CONTENUTI SESSIONE TEORICA

  1. Introduzione
    • Panoramica del trauma;
    • Importanza della prevenzione;
    • Che cos’è un trauma.
  2. La valutazione della scena
    • Lo scenario;
    • L’anticipazione;
    • La sicurezza della scena;
    • La valutazione dal posto;
    • La valutazione dal vetro;
    • Il team leader;
    • Gli scenari particolari;
    • La dinamica del trauma;
    • Il triage.
  3. La valutazione del paziente
    • La valutazione primaria;
    • La valutazione iniziale;
    • L’impressione generale e le condizioni del paziente;
    • La valutazione dello stato di coscienza;
    • La restrizione manuale dei movimenti della colonna vertebrale;
    • L’accertamento sulle funzioni vitali;
    • La valutazione rapida;
    • L’esame localizzato;
    • La valutazione secondaria;
    • Precisazioni sul collare cervicale.
  4. La gestione delle vie aeree
    • La qualità della respirazione;
    • Anatomia delle vie aeree;
    • La fisiologia del respiro;
    • La pervietà delle vie aeree;
    • L’assenza di protezione delle vie aeree;
    • La ventilazione con palloni espandibili;
    • La ventilazione con cannula orofaringea e nasofaringea;
    • La classificazione dei dispositivi sopraglottici;
    • La descrizione e la tecnica di utilizzo;
  5. Il trauma toracico
    • Cenni di anatomia toracica;
    • L’arresto cardiaco traumatico;
    • Il lembo toracico;
  6. La valutazione e il trattamento dello shock
    • Definizione
    • Anatomia e fisiologia dello shock
    • Lo shock compensato
    • Lo shock scompensato
    • Lo shock ipovolemico
    • Lo shock distributivo (shock neurogeno)
    • La pressione nello shock
    • Lo shock ostruttivo
    • Il trattamento dello shock
    • Il rapido riconoscimento
    • load and go.
  7. Il trauma addominale
    • Anatomia e fisiologia del trauma addominale;
    • Le lesioni dell’addome;
    • Il trattamento delle lesioni traumatiche dell’addome.
  8. Il trauma cranico
    • Anatomia e fisiologia del trauma cranico;
    • Le lesioni facciali;
    • Le lesioni cerebrali;
    • Le emorragie intracraniche;
    • La valutazione del paziente con trauma cranico (COMI);
    • La valutazione rapida del trauma cranico;
  9. Il trauma spinale
    • Anatomia e fisiologia del trauma midollare;
    • La valutazione del paziente con trauma midollare;
    • La restrizione motoria spinale;
    • Il log roll;
    • I presidi per la restrizione motoria spinale;
    • Il trauma stradale (e i suoi presidi).
  10. Il trauma degli arti e del bacino
    • Anatomia e fisiologia del trauma degli arti;
    • Le lesioni degli arti;
    • Le lesioni del bacino;
  11. Le ferite e le ustioni
    • Anatomia e fisiologia della cute e del sottocute;
    • La classificazione delle ferite;
    • La classificazione delle ustioni;
    • La valutazione e gestione del paziente con ferite (tourniquette e clips);
    • Le circostanze speciali.
  12. Il trauma nelle condizioni speciali
    • Trauma in gravidanza;
    • Trauma pediatrico;
    • Trauma nell’anziano;

SVILUPPO CONTENUTI SESSIONE ADDESTRAMENTO PRATICO

  1. La valutazione della scena
    • L’esecuzione della valutazione primaria;
    • Le manovre salvavita;
    • Il triage;
    • L’identificazione dei pazienti Load and Go;
    • La valutazione secondaria;
    • La comunicazione con la centrale operativa:
  2. La gestione delle vie aeree
    • L’identificazione dei pazienti con alterazione della respirazione;
    • La ventilazione con palloni espandibili;
    • La ventilazione con cannula orofaringea e nasofaringea;
    • L’utilizzo dei dispositivi sopraglottici;La comunicazione con la centrale operativa.
  3. Il trauma toracico
    • Il lembo toracico;
    • La comunicazione con la centrale operativa.
  4. La valutazione e il trattamento dello shock
    • Il rapido riconoscimento;
    • Il load and go;
    • La comunicazione con la centrale operativa.
  5. Il trauma addominale
    • Valutazione del trauma addominale;
    • Il trattamento dell’eviscerazione;
    • La comunicazione con la centrale operativa.
  6. Il trauma cranico
    • Valutazione del trauma cranico;
    • La comunicazione con la centrale operativa.
  7. Il trauma spinale
    • La valutazione del paziente con trauma midollare;
    • La restrizione motoria spinale;
    • Il log roll;
    • I presidi per la restrizione motoria spinale;
    • Il trauma stradale (e i suoi presidi);
    • La comunicazione con la centrale operativa.
  8. Il trauma degli arti e del bacino
    • La valutazione del paziente con trauma degli arti;
    • La valutazione del paziente con trauma del bacino;
    • La comunicazione con la centrale operativa.
  9. Le ferite e le ustioni
    • La valutazione e gestione del paziente con ferite (tourniquette e clips);
  10. Il trauma nelle condizioni speciali
    • Trauma in gravidanza;
    • Trauma pediatrico;Trauma nell’anziano;

Da eseguire "ON LINE da PC a domicilio"


50 ECM: Corso in FAD Gestione dell’emergenza extra‐ospedaliera nell’arresto respiratorio e cardiaco

Il corso Gestione dell’emergenza extra‐ospedaliera nell’arresto respiratorio e cardiaco, edito dalla Salvamento Academy, viene offerto in collaborazione con il provider IDEAS Group srl di Firenze. (ACCREDITATO 2011 – Albo Nazionale Agenas n. 352).


Gli argomenti sono suddivisi in 6 distinte sessioni:

  1. Sessione: Primo soccorso adulto;
  2. Sessione: Primo soccorso pediatrico
  3. Sessione: RCP adulto e pediatrico
  4. Sessione: Defibrillazione precoce adulto e pediatrico
  5. Sessione: Gestione dell’emergenza in ambienti con minaccia attiva
  6. Sessione: Somministrazione ossigeno

Ulteriori informazioni

Attenzione: Questo corso è erogato on line. I manuali didattici sono scaricabili in formato ebook e PDF. Prima di procedere all’iscrizione gli utenti sono invitati a verificare di disporre di una connessione internet adeguata alla fruizione delle video lezioni e dei test.

 

Valutazione: Le domande, tre per ogni credito erogato, sono somministrate con 6 questionari da 25 domande ciascuno. I questionari sono a scelta multipla con variazione casuale sia delle domande che delle risposte (doppia randomizzazione). Viene considerato sufficiente il punteggio del 75% acquisito sul totale delle 150 risposte.

 

Tutoraggio: I partecipanti sono seguiti da un tutor on line con il compito di fornire assistenza didattica in tutte le fasi del percorso formativo.

 

Responsabile scientifico: Dott. Riccardo Ristori.

 

Provider ECM: IDEAS Group srl (ACCREDITATO 2011 – Albo Nazionale Agenas n. 352).

 

Codice registrazione del Corso ECM: 352-232657.

 

Disponibilità del Corso: 25/09/2018 – 24/09/2019.

 

Durata del Corso: 35 ore.

Il corso di addestramento del Trauma PreHospital Trauma Care, condotto seguendo gli standard Salvamento Academy, prevede il rilascio di un diploma e un brevetto a tutti gli Allievi che abbiano soddisfatto i requisiti di esecuzione.

Rinnovo certificazione: (entro la data di scadenza dei 24 mesi)


Il corso di aggiornamento è rivolto solo agli Operatori PreHospital Trauma Care che hanno già frequentato il corso di formazione base e che sono in possesso dell’attestato.
Al termine del corso di aggiornamento verrà rilasciato un nuovo brevetto e attestato comprovante l’avvenuto aggiornamento, che deve essere richiesto alla Segreteria Salvamento Academy.

  • Adesivo Salvamento Academy
  • Penna a sfera con logo Salvamento Academy
  • Kit Trauma

Sei un'azienda?

Ottieni l'accesso per te ed il tuo team ai nostri corsi migliori.